I lavori più richiesti e pagati dalle aziende in Italia (nel 2023)

Quali sono le figure professionali che guadagnano di più in Italia?

Ho già parlato nel precedente articolo di quali siano le competenze più ricercate dalle aziende; ho anche specificato che è importante scegliere cosa studiare in base alle proprie inclinazioni personali e a quello che ci piace fare, ma è saggio tenere in considerazione cosa il mercato cerca – e paga.
Ecco qui un elenco delle professioni più ricercate e pagate del 2023, sperando che questo pezzo vi dia degli stimoli ad approfondire carriere e percorsi che magari non avevate mai considerato.

 

I lavori più richiesti nel 2023

Secondo l’ultimo report Indeed, tra i lavori più pagati in Italia risaltano le nuove professioni del mercato digitale.
Non stupisce questo risultato visto che c’è tantissima richiesta per questi settori: con l’avanzare della tecnologia, e in particolare di applicazioni come l’intelligenza artificiale, o con la nascita e affermazione di piattaforme social sempre nuove, sono sempre più numerose le aziende che hanno bisogno di team con competenze tecnologiche, per diverse professioni.

Numeri alla mano, il mercato del digitale (ICT) in Italia è in costante crescita. Se al momento si attesta ad un valore complessivo di 77.1 miliardi di euro (Anitec-Assinform), sembra che nel 2025 ne varrà oltre 91. E infatti, secondo le previsioni di Manpower, le competenze più richieste dai datori di lavoro in Italia sono al momento: IT & Data (21%) Engineering (18%) Sales & Marketing (17%) Manufacturing & Production (17%) Operations & Logistics (16%).

Secondo un’altra indagine, quella di Excelsior sulle assunzioni programmate, le figure più ricercate dalle aziende e al contempo di più difficile reperimento sono le professioni intellettuali e scientifiche con elevata specializzazione, le professioni tecniche e gli operai specializzati.

La difficoltà nel reperimento è soprattutto dovuta allo skill mismatch, ossia al mancato allineamento tra le competenze che le aziende cercano e le competenze che i lavoratori offrono. Come messo in luce da numerosissime ricerche, si tratta di un fenomeno assai diffuso quando si parla di competenze digitali: è dunque normale che le aziende siano disposte a pagare di più quei lavoratori che portano le competenze che più si fa difficoltà a trovare.

Dunque, quali sono i lavori tecnologici più richiesti e meglio retribuiti oggi?

 

I lavori più pagati nel 2023

Andiamo a vedere in particolare quali sono le professioni attualmente più pagati in Italia nel campo del digitale (dati Indeed):

  • E-commerce Manager – salario annuo dai 50.000 agli 80.000 euro lordi annui
  • Data Scientist – salario annuo dai 50.000 agli 80.000 euro lordi annui
  • User experience designer – dai 23.000 ai 58.000 euro lordi annui
  • Web Developer – dai 35.000 ai 45.000 euro lordi annui
  • Affiliate marketing manager – dai 28.000 ai 55.000 euro lordi annui
  • SEO Specialist – dai 23.000 ai 72.000 euro lordi annui
  • Growth Hacker – dai 27.000 ai 60.000 euro lordi annui
  • Programmatore Java – dai 30.000 ai 60.000 euro lordi annui

Queste professioni hanno la peculiarità che fino a pochi anni fa non esistevano e per questo motivo manca un percorso formativo standardizzato per acquisire le competenze essenziali. Questo spazio vuoto è stato riempito dalle scuole private, spesso totalmente digitalizzate, da Talent Garden Innovation School a Start2Impact University passando per Boolean, ma ora anche le università tradizionali si stanno adeguando, inserendo una dopo l’altra percorsi di laurea specifici volti a far acquisire queste competenze tecniche.

 

I lavori tradizionali

Tra le professioni classiche, o tradizionali, più pagate troviamo:

  • Ingegnere – salario annuo dai 37.000 ai 50.000 euro lordi annui
  • Titolare farmacia – salario annuo dai 60.000 ai 100.000 euro lordi annui
  • Commercialista – salario annuo dai 27.000 agli 80.000 euro lordi annui
  • Medico – lo stipendio medio di un medico si aggira sui 75 mila euro lordi annui
  • Avvocato – in media, sui 37.500 euro lordi annui (ma con grandi oscillazioni)

 

Conclusioni

Abbiamo dunque visto quali sono i lavori più richiesti e più pagati del 2023.
Ovviamente questi numeri non sono una garanzia trasversale per tutti: in un contesto aziendale, la cifra che si riesce a raggiungere può variare a seconda della dimensione dell’azienda, da quanto questa è in crescita o affermata, o, ancora, da quanto si è capaci a contrattare il proprio stipendio e contratto.
Tuttavia sono una buona indicazione di dove stia andando il mercato del lavoro e possono dare spunti concreti su quali sono i percorsi di carriera su cui ha senso investire oggi.